• Gli occhiali da sole su misura e senza viti fatti con la stampante 3DGli occhiali da sole su misura e senza viti fatti con la stampante 3D

Gli occhiali da sole su misura e senza viti fatti con la stampante 3DGli occhiali da sole su misura e senza viti fatti con la stampante 3D

12 November 2014

Cambiami glasses are designed by D’arc.studio and produced by .bijouets on Corriere della sera :

http://corriereinnovazione.corriere.it/tech/2014/1-novembre-2014/gli-occhiali-sole-misura-senza-viti-fatti-la-stampante-3d-230457924785.shtml

with an inteview to the architect Rosa Topputo from D’arc.Studio

VIDEO

Full article:

Quante volte si rinuncia ad acquistare un paio di occhiali perché non incorniciano bene il viso o non si adattano al look del momento? Problema risolto grazie a «.bijouets», un gruppo di designers di Trento che, grazie alla stampa tridimensionale, produce occhiali in 3D dove è possibile togliere, mettere, scambiare e personalizzate le arcate, le asticelle, l’intera montatura con accessori colorati e bizzarri. Per un bijoux leggero, senza viti, adattabile a chiunque. La nuova linea di occhiali da sole realizzati con tecnologia di stampa 3D da D’Arc Studio (Desperate Architects Rome City), di Rosa Topputo ed Alessio Tommasetti, si chiama «Cambiami» e permette di personalizzare e decorare le arcate dell’occhiale come si desidera, secondo il mood del momento. Gli occhiali si compongono di una montatura di base a forma tonda, volutamente neutra, e di accessori intercambiabili che vanno dai classici merletti veneziani alle forme più razionaliste e lineari. Nel video l’architetto Rosa Topputo indossa ed illustra la collezione presentata durante l’ultimo Maker Faire di Roma.Secondo Canalys il mercato globale della stampa 3D passerà dai 2,5 miliardi di dollari del 2013 ai 16 miliardi entro il 2018. Se adattate ad ambienti Iot (internet delle cose), queste nuove tecnologie aprono opportunità impensabili fino a pochi mesi fa non solo in termini di creatività ma anche nuove forme di lavoro. Ma dove s’impara a trasformare un file CAD 3D in un oggetto solido? Nel mondo sono sei le principali Factory universitarie più accreditate: D.School (Stanford University, USA), Design Factory (Aalto University, Finland), Institute of Making (Royal College of Art, Inghilterra), Design Factory (DUOC Santiago, Cile), Design Factory (Tongjii University) Cina, Design Factory (Swinburne University, Australia). Le più celebri in Europa sono il Fablab di Barcellona legato alla Facoltà di Architettura ed il Fab Lab di Leuven in Belgio collegato all’università di Ingegneria di Arenberg. In Italia qualcosa si muove al POLIfactory del Politecnico di Milano, al Link Campus University di Roma e al FabLabPisa.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



Comments ( 0 )

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>